174 Patrizia Di Dio Rassegna Stampa
4 ottobre, 2015

A Cefalu’ sinergia tra Confcommercio, comune e forze dell’ordine per risolvere il problema dell’abusivismo e del degrado sul lungomare.

Abusivismo e degrado urbano sul lungomare di Cefalù: questi gli argomenti discussi nel corso della prima seduta del tavolo di concertazione tra amministrazione comunale, forze dell’ordine e Confcommercio Palermo che, peraltro, è stata promotrice della costituzione del tavolo, idea accolta favorevolmente dal sindaco di Cefalù Rosario Lapunzina. All’incontro, tenutosi nel Palazzo Municipale, hanno preso parte il Sindaco di Cefalù, gli assessori Vincenzo Terrasi (che è anche Vicesindaco) e Vincenzo Garbo, Nicola Farruggio e Rosanna Montalto entrambi Vice Presidenti di Confcommercio Palermo con delega, rispettivamente, al Turismo e alle attività in difesa della libertà d’impresa, e rappresentanti del locale comando della Guardia di Finanza, il cui apporto è stato fondamentale. “Piena sintonia sulla necessità di interventi costanti e mirati, da effettuarsi con tutte le Forze dell’Ordine in stretta sinergia – dice Rosanna Montalto – per combattere il dilagante abusivismo degli extracomunitari e ogni forma di illegalità e degrado che mortifica Cefalù, i suoi cittadini e tutto il commercio regolare”. Particolare attenzione è stata posta sull’area privata posta sul lungomare e per la quale Confcommercio ha richiesto interventi per recuperarla dal degrado. “L’abusivismo è un pessimo biglietto di visita della cittadina, oggi patrimonio dell’Unesco – dice Nicola Farruggio vice presidente di Confcommercio con delega al turismo -, e danneggia le imprese che lavorano nel rispetto delle norme, ma danneggia anche cittadini e turisti che non possono godere appieno del lungomare “. E’ stato concordato che il Sindaco chiederà al vice Questore Manfredi Borsellino di convocare un tavolo interforze, invitando anche Confcommercio, per definire le azioni più opportune ed è stato già stabilito che i temi da affrontare nella prossima riunione saranno tassa di soggiorno e abusivismo ricettivo. “Il nostro ruolo – sostiene Patrizia Di Dio Presidente di Confcommercio Provinciale – è di essere al fianco delle imprese rappresentando interessi che poi sono interessi collettivi, perché quanto avviene nelle nostre città in tema di dilagante abusivismo, degrado, mancato rispetto delle regole, riguarda tutti “. “Il nostro obiettivo – conclude la Di Dio – è di lavorare in sinergia con le amministrazioni comunali, con le Forze dell’Ordine e con tutti i soggetti che hanno responsabilità e ruolo. Sono convinta che un’azione congiunta non potrà che portare risultati positivi, da elevare a modello, partendo da Cefalù, per tutte le altre realtà di Palermo e Provincia”.